L’Astice in Cucina

Il re dei crostacei è un valido alleato di tantissime preparazioni culinarie anche le più raffinate.

Un semplice primo piatto con linguine o spaghetti freschi ( meglio se di grano 100% Made in Italy) macchiati al pomodoro con del freschissimo astice canadese. O ancora il grande must dell’ "Astice alla Catalana” con polpa di astice vivo, mista a pomodori e cipolla rossa ( di Giarratana o Tropea IGP) e può essere servita sia come antipasto che come secondo piatto.

Come prepararlo

Per preparare l'astice alla catalana cominciate tagliando a rondelle sottili la cipolla rossa. Nel frattempo mettete a bollire una capiente pentola di acqua, nella quale immergerete rapidamente l’astice. Trascorsi non più di 10-12 minuti, estraete l’astice dall’acqua e lasciatelo sgocciolare.

Pulito l’astice con un apposito attrezzo e aperto in due parti tagliate la polpa dell'astice a rondelle, mentre con l’aiuto dell’apposito attrezzo o, in mancanza, con uno schiaccianoci rompete il guscio delle chele e recuperatene la polpa interna estraendola tutta intera. In una ciotolina raccogliete con un cucchiaino la parte molle contenuta nella testa dell’astice e mischiatela con olio, limone, sale e pepe macinato.

Affettate ora i pomodori, conditeli con olio Extra Vergine di Oliva ( Siciliano)  e sale e stendetene un letto su di un piatto da portata, adagiatevi la polpa dell’astice tagliata a rondelle e le chele, guarnite con le rondelle di cipolle precedentemente scolate e versatevi sopra la salsina preparata con olio, limone e la parte molle dell'astice raccolta col cucchiaino.

 

Buona preparazione!